Belgrado, cosa vedere: 10 luoghi da non perdere

Belgrado, capitale della Serbia. Quanto conosciamo di questa città? Io direi troppo poco; anche io ignoravo le più basilari informazioni prima di decidere di metterci piede. Adesso ho invece alcuni luoghi da suggerirvi tra cosa vedere a Belgrado.

Punti fermi da non perdere, secondo me, per chi decide di partire per un viaggio a Belgrado. Non è un itinerario vero e proprio, ma consigli sparsi per i quali due giorni dovrebbero bastarvi.

Cosa vedere a Belgrado

Fortezza di Kalemegdan

Alla fortezza di Belgrado c’è così tanto da vedere che le ho dedicato un post a parte, per raccontare meglio ciò che questo antico luogo racchiude. Kalemegdan è un parco molto frequentato dai residenti per passeggiare, ma al suo interno troviamo monumenti, chiese, torri e addirittura musei. Nonché un bellissimo panorama sul Danubio e la Sava. Per visitare la fortezza di Belgrado vi consiglio di mettere in conto minimo un paio d’ore.

fortezza kalemegdan belgrado

Skadarljia

Il quartiere di Skadarlija apparentemente non ha niente a che fare con la vera Belgrado: curato, ordinato e soprattutto molto turistico. Viene soprannominato il quartiere bohémien della città, la Montmarte di Belgrado. Una stradina acciottolata e qualche vicolo circostante pieno di bar e ristoranti. Eppure quel soprannome un senso ce l’ha, qui in effetti la vera Belgrado c’era. È quella di numerosi intellettuali, artisti e attori che in questa strada, fra fine ‘800 ed inizio ‘900, avevano preso la residenza o erano soliti passare molto tempo riuniti nei locali a discutere e lavorare. Una passeggiata in questo quartiere rientra ai primi posti tra cosa vedere a Belgrado.

belgrado cosa vedere skadarlja

Federal Association for Globetrotters

Pensavo di dedicare un post a parte a questo luogo da vedere a Belgrado, ma ancora non l’ho fatto. Rimane però il fatto che voi non dovete perdervelo! Si tratta di un luogo intimo, senza tempo, dove fare una pausa sorseggiando qualcosa e immaginare ciò che era la Belgrado di 20 anni fa, sotto assedio. Questo locale infatti venne aperto nel 1999, in piena guerra del Kosovo, prima dei bombardamenti della NATO sulla città. Mirko, un cittadino comune, decise di dar vita a questo luogo libero dove sfuggire dall’isolamento e dal clima oppressivo che si respirava a Belgrado. Il locale fu riempito da cimeli e oggetti dal mondo, per poter viaggiare almeno con la mente in un momento in cui era impossibile farlo fisicamente. Il posto è impossibile da scorgere se non lo si conosce; si trova nel seminterrato di un anonimo palazzo in Bulevar Despota Stefana al nr. 7.

cosa vedere a belgrado: federal association for globetrotters

Tempio San Sava

Il Tempio di San Sava è forse è il luogo più famoso da vedere a Belgrado: si tratta infatti della più grande chiesta ortodossa al mondo. L’intera struttura è lunga 91 metri, larga 81 ed occupa una superficie complessiva di 3500 metri quadrati. La storia di questa chiesa è molto travagliata ed è iniziata a fine ‘800, per venire ufficialmente consacrata solo nel 2000; progetti, concorsi, distruzioni, vicende politiche, dominazioni esterne, ed ancora oggi questo enorme complesso non si può dire del tutto ultimato. L’interno sta subendo ancora oggi dei grossi lavori.

viaggio a belgrado san sava

Hotel Moskva

L’hotel Moskva è l’edificio che forse mi ha stupito più di tutti tra le cose da vedere a Belgrado: mi ha ricordato tantissimo il Grand Budapest Hotel dell’omonimo film di Wes Anderson. L’hotel si trova in Piazza Terazije e la sua costruzione venne finanziata, come si può notare anche dallo stile, da una compagnia assicurativa russa. Aperto nel 1908, l’hotel Moskva è rimasto per moltissimi anni l’hotel più lussuoso di Belgrado, scelto dalle personalità internazionali più importanti e famose che visitavano la città. Anche la sua pasticceria, alla quale possono accedere anche coloro che non sono clienti, è molto rinomata.

da vedere a belgrado hotel moskva

Mausoleo di Tito

Visitare questo luogo richiede un minimo di interesse, curiosità e conoscenza della storia e delle vicende del paese. Nella cosiddetta Casa dei Fiori, fuori dal centro storico, si trovano infatti le tombe del Generale Tito e di sua moglie, e un museo che raccoglie video, documenti, fotografie che riguardano la storia del paese. Inoltre qui si possono anche ammirare cimeli di Tito e doni tipici di altre culture che l’ex presidente della Jugoslavia ha ricevuto in regalo da personalità importanti di tutto il mondo.

Zemun

Zemun è un sobborgo della città, a circa 10 km, facilmente raggiungibile con un autobus cittadino. Una volta raggiunto questo paesino sarete travolti da un’atmosfera totalmente diversa da quella della capitale serba; Zemun è romantica, tranquilla, più europea. Qui potrete passeggiare lungo il Danubio e fermarvi in uno dei tanti ristoranti e bar che costeggiano il fiume; salite poi la collina per vedere la parte più vecchia e caratteristica di Zemun e la Torre del Millennio, dalla quale ammirare il panorama fino a Belgrado.

zemun panorama

Museo di Nikola Tesla

Il museo dedicato al famoso fisico serbo, offre ai visitatori un percorso interattivo e divertente di sicuro interesse anche per i più piccoli. La visita, ad ore prestabilite con un numero massimo di ammessi, prevede inizialmente la visione di una video sulla vita di Tesla; poi, una guida, vi accompagnerà mostrandovi e coinvolgendovi in piccoli esperimenti che riguardano l’elettricità. Per me questi argomenti sono molto lontani dalla mia comprensione, quindi devo dire che è stato divertente… ma non ci ho capito molto! Rimane comunque un’occasione interessante per vedere un piccolo museo diverso dai soliti.

Kafana sfrj

Ok, Kafana non è proprio sinonimo di “cosa vedere a Belgrado”, ma casomai risponde alla domanda “cosa fare a Belgrado”: perché mangiare qui è un’esperienza da non perdere. La Kafana Sfrj (acronimo di Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia) di Belgrado è un ristorante in pieno stile Jugonostalgija: cioè un luogo ricco di cimeli ed oggetti che ricordano un tempo che non c’è più, appunto quello della Jugoslavia. Questo termine celebra la nostalgia per un periodo passato, attraverso il possedimento e la valorizzazione di oggetti che hanno contraddistinto per molti anni la vita degli abitanti della Jugoslavia. Troverete inoltre una bella vista sulla Sava e anche il cibo, in particolare la carne, è molto buono.

sfrj belgrado

Splavovi

La notte a Belgrado è punteggiata di luci lungo il fiume, musica ad alto volume, giovani e bevute. Tutto questo proprio nei dintorni degli Splavovi, che altro non sono che delle imbarcazioni ormeggiate lungo il Danubio o la Sava e che sono state trasformate in locali notturni, ristoranti e bar. Se il prezzo della vita, e quindi anche dei ristoranti, in Serbia è molto basso, in questi locali sicuramente i prezzi si alzano e si avvicinano agli standard europei. Ma una passeggiata in notturna da queste parti è una cosa da fare a Belgrado.

Se Belgrado vi ispira, ho parlato anche di altre mete per
un weekend economico in Europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quali avvisi vuoi ricevere?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.