4 idee per scoprire la Riviera di Levante

Non giro mai abbastanza l’Italia, sicuramente. Ci sono intere regioni che mi mancano, per non parlare di città importanti come Napoli dove non sono mai stata. Ma vista la vicinanza, negli ultimi anni mi è capitato di sconfinare spesso in Liguria, soprattutto d’estate.

Inutile dirvi che ogni volta che scegliamo qualche luogo da visitare in questa regione io mi innamoro. Vista appunto la vicinanza mi sono sempre fermata nella prima metà della Liguria, intendo quella più vicina alla Toscana, e cioè la Riviera di Levante; contrapposta alla Riviera di Ponente che idealmente parte da Genova ed arriva al confine francese.

In questo post voglio darvi quattro spunti per iniziare a scoprire questa regione italiana. Come accade spesso, essendo vicino casa questi giri sono sempre stati un po’ improvvisati e in modalità “fai da te”; se siete interessati a qualche offerta, anche last minute, vi consiglio di dare un’occhiata su Voyage Privé.

Montemarcello Liguria

Cinque Terre

Un itinerario intramontabile alla scoperta di questi piccoli paesi incastonati nella roccia, dove trascorrere giorni di avventura grazie ai sentieri che collegano le varie terre, oppure di relax al mare nelle acque cristalline, o ancora con macchina fotografica alla mano alla scoperta di angoli e scorci romantici.

Per chi fosse interessato alla parte più avventurosa della visita, i tre sentieri principali che collegano le terre sono: il Sentiero Azzurro, lungo circa 12 km; la Via dell’Amore che collega Riomaggiore e Manarola e percorribile in circa mezzora; il Sentiero del Crinale che collega Levanto con Portovenere ed è lungo più di 40 km.

Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore possono essere raggiunte comodamente in treno da La Spazia oppure con una panoramica traversata in traghetto anche dal porto di Viareggio. Oltre alle Cinque Terre, vi consiglio anche una visita a Portovenere se avete modo di visitare questa zona per almeno un paio di giorni.

Casette colorate, ripide scalinate, viuzze strette strette, barche ormeggiate nei porticcioli, viste impareggiabili sul golfo, natura selvaggia e incontaminata, pescatori e pesce fresco, acqua azzurra. Credo che le Cinque Terre, per quanto ormai anche eccessivamente turistiche, siano uno di quei luoghi da non perdere in Italia. Uno di quei luoghi per cui vale la pena fare anche tanti chilometri per trascorrere da queste parti un weekend di relax e meraviglia.

Vernazza dall'alto
Vernazza dall’alto
Riomaggiore
Riomaggiore
Angoli di Manarola
Angoli di Manarola

Golfo dei Poeti

Oltre alle Cinque Terre, questa zona è sicuramente una delle più conosciute della Riviera di Levante. Ma come mai questo curioso nome? La prima volta che il Golfo della Spezia venne rinominato così è stato nel 1910: fu il commediografo Sem Benelli, durante un’orazione funebre, a coniare questo termine. L’appellativo deriva dal fatto che qui, nei secoli, trovarono rifugio e luogo ideale per lavorare molti artisti e scrittori, tra i quali: Dante, Lord Byron, Bysshe Shelley, William Turner, D’Annunzio, Marinetti e tanti altri.

Se decidete di fare un giro nel Golfo dei Poeti in Liguria, alcune delle tappe più importanti sono: Portovenere, Lerici, San Terenzo e Tellaro.

Se avete modo potete vi consiglio di programmare una visita in occasione di alcune delle manifestazioni più importanti di questo golfo: il Palio del Golfo, gara di remi, e la Coppa Byron, gara di nuoto in mare aperto. Fra gli altri eventi merita una menzione la Festa di San Venerio – patrono del golfo – il 13 settembre.

Tellaro
Tellaro

Val di Magra

La Val di Magra è un tratto di pianura molto vicino alla provincia di Massa Carrara e a quella di La Spezia; questa valle viene solitamente identificata come parte della Lunigiana. La zona deve il nome al fiume Magra che qui sfocia nel Mar Ligure e dà vita ad una grande varietà di paesaggi.

In questa zona vi consiglio in particolare di visitare due borghi caratteristici: Ameglia e Montemarcello. Nei pressi di quest’ultimo si trova anche una piccola ma famosa spiaggia, non facilissima da raggiungere ma che ripagherà i vostri sforzi: Puntacorvo.

Montemarcello Val di Magra
Montemarcello

Golfo del Tigullio

Siamo ormai molto vicini al capoluogo ligure, questo golfo infatti comprende territori che sono parte della Città metropolitana di Genova. Convenzionalmente il Golfo del Tigullio è delimitato a ovest dalla Punta di Portofino e a est da Punta Manara.

I paesi che più meritano di essere visitati in questa zona sono: Portofino, Santa Margherita Ligure, Camogli e Sestri Levante. Anche qui troverete un mix di borghi colorati, botteghe, ottimo cibo e acque cristalline dove rinfrescarvi per fare una pausa veloce dalle lunghe passeggiate. Un interessante tappa è anche il paese di Recco, famoso per la sua tipica focaccia al formaggio.

Da queste parti vi consiglio anche di percorrere una strada curiosa soprannominata “strada delle gallerie” che collega Deiva Marina, Moneglia e Sestri Levante. Si tratta di una vecchia linea ferrata, di oltre 7 km, che si sviluppa lungo 12 gallerie e il cui accesso, a senso unico alternato, è regolato da semafori a tempo con orari cadenzati.

golfo di Camogli
Camogli
strada delle gallerie

Sono tantissimi gli itinerari che si potrebbero intraprendere in questa striscia di terra, uno più bello dell’altro; spero di continuare a scoprire questa regione e, magari, finalmente spingermi anche lungo la Riviera di Ponente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quali avvisi vuoi ricevere?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.