Erzegovina: itinerario di un giorno nella Bosnia del sud

Partiamo dal presupposto che anche solo nel sud della Bosnia, cioè nella regione dell’Erzegovina, c’è così tanto da vedere che un giorno non basta assolutamente. Forse con il senno di poi rivedrei il nostro viaggio nei Balcani per dedicare qualche giorno in più a questa zona.

L’Erzegovina è la parte sud-est del paese con capoluogo la suggestiva e storica Mostar, della quale vi ho già parlato con tanto amore. Un’altra località che sicuramente conoscerete – dove non sono stata – è Medjugorje, meta di pellegrinaggio religioso. Altra località dell’Erzegovina di cui vi ho già parlato è Blagaj, dove si trova la scenografica tekija dei dervisci: un monastero scavato nella roccia a strapiombo sulla sorgente del fiume Buna. Da non perdere!

Questa regione della Bosnia è caratterizzata da paesaggi verdi e colline, dallo scorrere della Neretva, da villaggi pittoreschi, da vigneti e da monasteri. Oltre alle località già citate, ecco cosa siamo riusciti a vedere in Erzegovina in un giorno solo.

trebinje erzegovina

Itinerario in Erzegovina

Trebinje

La prima tappa, appena usciti dal Montenegro, è stata la città di Trebinje – a 30km dalla croata Dubrovnik. Questa città è stato il mio primo impatto con la Bosnia, e non poteva andare meglio. Entrando nello stato da Trebinje ho potuto cogliere un aspetto molto più autentico del paese che se fossi entrata dalla capitale Sarajevo o dalla turistica Mostar. Trebinje infatti è poco turistica e gremita di persone locali; alla mattina potete vedere i cittadini riversarsi nella centrale piazza Slobode a fare spese nel consueto mercato: qui troverete prodotti tipici, frutta e verdura. Una tappa da non perdere, dove scattare foto ed osservare le persone sorseggiando qualcosa in uno dei bar circostanti.

La parte antica della città – il Kaštel – è racchiusa dalle mura ed è abbastanza piccola: qualche vicolo dove perdersi, un paio di moschee e poche persone.

Non lontano dal centro, passeggiando sul lungofiume pedonalizzato, si raggiunge il simbolo della città: il ponte Arsalanagić. Costruito nel 1574, il ponte si trova nell’attuale posizione solo dal 1965; in quell’anno infatti venne smontato pietra su pietra e collocato dove si trova oggi per fare spazio alla costruzione del bacino artificiale.

itinerario erzegovina

trebinje bosnia

Monastero ortodosso della Gračanica

Prendendo l’auto si può raggiungere la sommità del monte Crkvina dove si trova questo monastero costruito nel 2000 con l’obiettivo di accogliere le spoglie di Jovan Dučić, famoso scrittore serbo. Il monastero è stato costruito prendendo a modello l’omonimo luogo di culto costruito nel XIV secolo che si trova in Kosovo. Oltre ai bellissimi interni che potete visitare gratuitamente, da lassù si gode di un bellissimo panorama su tutta la città di Trebinje, sulla valle del fiume Trebišnjica, fino a intravedere la caratteristica sagoma del ponte Arslanagić. Potete anche ammirare la veduta dai comodi divanetti che popolano un grande e scenografico bar all’aperto.

erzegovina monastero

Monastero di Tvrdos

Ve l’ho detto, questa terra è piena di monasteri e vitigni, un connubio perfetto che rende certi luoghi unici e magici. Il monastero di Tvrdos si trova a circa 8km da Trebinje ed è facile da raggiungere visto le indicazioni sulla strada principale.

Una volta parcheggiata l’auto prendete una bella gonna da avvolgere in vita se avete le gambe scoperte e percorrete la stradina sterrata circondata da vitigni che vi porta al monastero. Ammirate gli affreschi all’interno, passeggiate nei silenziosi giardini, godetevi la suggestiva atmosfera e se siete fortunati troverete anche qualcuno che vi farà visitare le cantine e fare una degustazione. Qui i monaci producono vino da secoli per consumo personale, da qualche anno la cantina di Tvrdoš si è aperta anche alla produzione per il mercato: i due vitigni autoctoni più famosi sono il bianco e fruttato Žilavka ed il rosso barricato Vranac.

erzegovina bosnia

itinerario bosnia erzegovina


Come vi dicevo, ci sono diverse cose per questioni di tempo abbiamo dovuto tralasciare. Se avete più giorni da dedicare a questa regione vi consiglio qualche altro luogo da inserire nel vostro itinerario in Erzegovina:

  • Počitelj: un piccolo villaggio fortezza che presenta ancora la tipica forma architettonica medievale e ottomana, edifici di sassi e strette stradine lastricate.
  • Stolac: cittadina che si sviluppa lungo il fiume Bregava fra moschee, mulini e cascate naturali.
  • Necropoli di Radimlja: un luogo particolare dove si possono vedere gli stećci, cioè monumenti sepolcrali attribuibili all’eresia bogomila. A Radimlja se ne trovano 133, di cui 63 decorati.

5 thoughts on “Erzegovina: itinerario di un giorno nella Bosnia del sud”

  1. Paesaggi, villaggi pittoreschi, vigneti e monasteri, veramente un bellissimo mix che rende questo luogo molto interessante e suggestivo. Grazie per il tuo ricco articolo e per gli spunti Sara 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quali avvisi vuoi ricevere?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.