Casoli di Camaiore e le cascate di Candalla: fra la Versilia e le Apuane

A due passi dalle spiagge della Versilia, ai piedi delle Alpi Apuane, si trovano due mete molto interessanti per trascorrere una giornata diversa se vi trovate in vacanza nella rinomata località estiva toscana. Oppure cercate una gita di un giorno in Toscana.

candalla

Casoli di Camaiore: il borgo dei graffiti

Nonostante da letteralmente una vita io frequenti queste zone, non mi ero mai concessa un’esplorazione dell’entroterra versiliese. E invece basta così poco. A meno di 4 km da Camaiore, a circa 400 mlsm, si trova Casoli: il paese dei graffiti. Perché questo soprannome? Il piccolo borgo da ormai moltissimi anni è diventato un museo all’aria aperta abbellito periodicamente da svariati artisti e studenti. I suoi muri e le pareti delle case sono adornate da graffiti che rappresentano la realtà locale, i personaggi del posto, oppure storie e miti.

casoli camaiore

potrebbe interessarti anche leggere cosa vedere un weekend all’Argentario

I graffiti di Casoli di Camaiore sono diversi da quelli ai quali potremmo pensare in un primo momento, ma dalle foto si capisce subito bene. La tecnica che viene utilizzata infatti è decisamente diversa da quella che contraddistingue la moderna street art che imperversa nelle nostre città: deriva dall’affresco e per la precisione questa tecnica viene chiamata “sgraffito”. Gli sgraffiti di Casoli di Camaiore sono unici: si sovrappongono più strati di intonaco di colore diverso e con strumenti metallici si incide scoprendo lo strato sottostante – a differenza dell’affresco, non si dipinge ma si disegna tramite incisione a fresco.

Il borgo di Casoli è un labirinto di stradine, salite e discese, dove ad ogni angolo si ha il timore di violare la proprietà privata di qualcuno. E probabilmente, alla caccia di un graffito in più, finirete per farlo.

casoli di camaiore
paese dei graffiti casoli

potrebbe interessarti anche leggere di una visita alle cave di Carrara

L’origine dei graffiti di Casoli di Camaiore

Ma da dove nasce questa tradizione? Ad inizio anni ’50 l’artista Rosario Murabito, insieme a sua moglie, si trasferì a Camaiore per lavoro e nei suoi giri si innamorò letteralmente di Casoli. Come ringraziamento ai paesani che li avevano accolti con tanto calore, Murabito realizzò un graffito nella piazza principale. Da quel momento in poi molti artisti lo continuano ad imitare: ormai oggi gli sgraffiti di Casoli sono più di cinquanta.

Nello specifico, dal 2006, esiste un festival dedicato – Sgraffiti a Casoli – che porta avanti la tradizione grazie agli studenti dell’Istituto d’arte Stagio Stagi di Pietrasanta e ai migliori artisti esperti in questa tecnica che ogni anno vengono invitati ad unirsi ai lavori.

graffiti casoli
casoli

Le cascate di Candalla: un tuffo al fresco

Lungo il corso del torrente Lombricese, poco più giù di Casoli, seguite le indicazioni per l’Osteria di Candalla (non ho mai mangiato qui, ma le recensioni sono più che positive e le foto pazzesche); parcheggiate lungo la strada, dove trovate posto, e in pochi minuti a piedi arriverete alle prime pozze e alla prima cascata. Presso questa prima tappa noterete le rovine di un vecchio opificio che lavorava il ferro.

candalla camaiore

Vi consiglio però di non fermarvi e salire ancora un pochino più su; in meno di 10 minuti, tenendo la vostra destra – al bivio se proseguite a sinistra arrivate a Casoli – raggiungerete una seconda cascata meno frequentata ma forse ancora più affascinante. Piccole cascatelle, massi dove stendersi e lasciarsi bagnare dalle acque, una piccola gola da raggiungere sfidando le acque fredde e una vegetazione rigogliosa che circonda il tutto. Alzando lo sguardo potete anche notare una parete dove i climbers più esperti si cimentano in arrampicate.

cascate candalla

Come arrivare a Casoli e Candalla

Sicuramente la via più semplice è quella di arrivare in auto: sull’autostrada A12 prendete l’uscita Viareggio/Camaiore, seguite per quest’ultima e da lì troverete le indicazioni per Casoli. Altrimenti, è possibile anche arrivare a Casoli e Candalla con i mezzi pubblici: da Camaiore infatti parte il bus E33 (vi consiglio di controllare tutti i dettagli e gli orari sul sito ufficiale dei trasporti).


Fra i graffiti di Casoli e un bagno rinfrescante nelle cascate di Candalla avrete trovato il modo di passare una giornata diversa vicino alla Versilia, allontanandovi dalla vita di spiaggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quali avvisi vuoi ricevere?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.