Cosa portare in viaggio e come scegliere lo zaino ed organizzarlo

Ormai è da qualche tempo che ho imparato a viaggiare leggera e a scegliere con cura cosa portare in viaggio. Uno zainetto da città per gli spostamenti di 3/4 giorni e uno zaino da 50 litri – le dimensioni di un bagaglio a mano – per tutti gli altri viaggi (2 settimane o 3 mesi che siano). Vediamo allora come mi organizzo: quali sono gli oggetti indispensabili che non mancano mai nella lista e anche quale zaino utilizzo io per i viaggi un po’ più lunghi.

Cose da portare in viaggio

Macchina fotografica

Non sono una fotografa particolarmente dotata, ho provato a fare anche un corso base ma in poco tempo mi sono dimenticata della maggior parte degli insegnamenti. Spesso mi arrabbio con la mia povera macchina fotografica e con me stessa perché le foto non vengono fuori come desidero. Ma nonostante questo io insisto e non potrebbe mai mancare nella mia lista di cosa portare in viaggio. Auto convincendomi di non essere io il problema, da tempo sto anche pensando di comprarne una nuova, o perlomeno un obiettivo nuovo con una maggiore lunghezza focale.

Per complicarci le cose nell’ultimo viaggio nei Balcani ci siamo portati anche la gopro e ovviamente lo smartphone in mano e tutte le app per editare le foto sempre in funzione.

cosa portare in viaggio: cosa mettere in valigia

Power bank

Da quando il mio smartphone non se la passa tanto bene questo oggetto non è solo indispensabile come cosa da portare in viaggio, ma anche nella vita quotidiana a casa. Oltre a dover ricaricare il cellulare durante la giornata perché la batteria non regge abbastanza, a volte capita che tornati la sera in albergo le prese a disposizione per caricare tutti i dispositivi – specialmente se non sono sola – non sono sufficienti. E allora è ben avere già il cellulare carico ed utilizzare le poche prese disponibili per gli altri dispositivi.

Asciugamano in microfibra

L’asciugamano grande o l’accappatoio sono probabilmente tra le cose da portare in viaggio più ingombranti che ci siano. Per fortuna arriva la microfibra a darci una mano.

Io per fare la doccia utilizzo un asciugamano grande di questo tipo ed è davvero leggero e poco ingombrante, poco più che una maglia!

Infradito

Altro accessorio da portare sempre in viaggio sono le classiche infradito. Se posso farne a meno in camera o negli spazi comuni, dell’ostello o dell’albergo, indossando sempre le scarpe, sono invece indispensabili per farsi la doccia.

Lasciamo perdere la maggior parte degli stranieri – soprattutto nordeuropei – che viaggiano scalzi ovunque senza farsi problemi, io non potrei.

Vestiti

Ovviamente, direi. Molti quando mi hanno vista partire per 4 giorni con uno zainetto da città mi chiedono stupiti come faccia a farci entrare tutto. Penso che sia una questione di organizzazione: quante volte vi siete portati in viaggio vestiti che non avete mai utilizzato? Pensateci bene e portate davvero l’indispensabile. Per viaggiare leggeri non c’è spazio per il “non si sa mai!”. Per un viaggio di pochi giorni in una città, per esempio, i pantaloni che avrò indosso al momento della partenza sono anche gli unici che mi porto dietro.

Per viaggi un po’ più impegnativi vi consiglio dei pantaloni modulabili che si possono aprire con una cerniera alle ginocchia e trasformare in corti. Perfetti tra le cose da portare in viaggio quando si prevedono climi differenti.

Per magliette e maglioni (se viaggio in inverno) cerco sempre di portarmi quelli che ingombrano meno ma tengono caldi. Cerco di privilegiare la comodità e la praticità dei vestiti, piuttosto che il lato fashion.

Le magliette termiche in inverno, per esempio, sono perfette: leggere, comode e calde.

Soprattutto quando si viaggia d’estate e gli indumenti sono leggeri e facili da ripiegare, arrotolarli e riporli all’interno di appositi organizer (in pratica dei cubi di varie dimensioni) potrebbe farvi risparmiare un sacco di spazio. Io ancora non ne ho comprati ma mi arrangio con dei beauty che avevo già a casa. Altrimenti potete provare anche con i sacchetti sottovuoto.

come organizzare lo zaino: come piegare le maglie

In questo modo è anche più facile tirare fuori dallo zaino ciò che vi serve senza mettere tutto in disordine.

Se andate via per più tempo ricordatevi che in giro ci sono le lavanderie e potete anche portarvi un sapone di marsiglia o un po’ di detersivo liquido per lavare da soli almeno l’intimo o le t-shirt.

Se state via due o tre settimane non significa che dovrete moltiplicare anche le cose da portare in viaggio, anzi. Privilegiate la leggerezza e lavate di volta in volta quello che vi serve.

Zainetto o borsetta per tutti i giorni

Per muovervi dovrete portare in viaggio anche una pratica borsetta o zainetto dove riporre il necessario per le cose di tutti i giorni.

Questa borsetta o zaino per me deve essere:

  • comoda;
  • abbastanza piccola;
  • facile da ripiegare per stare dentro allo zaino grande;
  • con scomparti e cerniere per suddividere bene le cose e tenere al sicuro soldi e documenti.

cose da portare in viaggio: lista valigia

Beauty case

Chiamare quello che mi porto io dietro “beauty case” è un po’ azzardato. È vecchio, brutto e anche un po’ sporco, ma fa il suo dovere e non spenderò certo soldi per ricomprarne uno carino.

Anche qui vale un po’ lo stesso concetto che per i vestiti: portate l’indispensabile! Ovviamente ognuno ha le sue abitudini, quindi non è facile dare dei consigli che valgono per tutti. Personalmente porto:

  • trucchi (non sempre): fondotinta e mascara;
  • spazzolino e dentifricio;
  • bagnoschiuma e shampoo in bottigliette mini da 100ml;
  • salviettine intime;
  • medicine per il mal di testa e pancia;
  • mini crema per le mani;
  • mini crema per il corpo (solo per i viaggi più lunghi).

Quale zaino da viaggio comprare

Quale zaino comprare per un viaggio zaino in spalla?

Scegliere il giusto zaino da portare in viaggio è molto importante, soprattutto se si affronta un viaggio a tappe, spostandosi ogni 2-3 giorni e con i mezzi pubblici.

Per me sono 3 le principali caratteristiche da ricercare in uno zaino da viaggio:

  • schienale imbottito: indispensabile per non farsi male camminando a lungo con un certo peso sulle spalle;
  • tanti scomparti: sopra, sotto e ai lati. Sono importanti per separare le cose che utilizzate meno di frequente o più frequentemente, in modo da non perdere troppo tempo a cercarle all’interno dello zaino e tirare fuori tutto ogni volta. Uno scomparto apposta per le scarpe vi tornerà molto utile;
  • robustezza: le cerniere e le chiusure devono sopportarmi mentre le tiro in tutti i modi.

Lo zaino che utilizzo io da un po’ è un modello donna Travel 500 della Quechua da 50L.

zaino da viaggio

Questo modello è dotato anche di uno scomparto in alto che si può staccare ed utilizzare come una borsa. Se volete portare questo zaino sull’aereo come bagaglio a mano cercate di non riempire al limite questa sezione, altrimenti diventa troppo alto.

Io comunque non ho avuto problemi a portarlo a bordo come bagaglio a mano con Ryanair e Vueling.

Per noi donne, soprattutto se siete bassine come me, non andrei sopra i 50 litri, diventa troppo grande e pesante per poterci camminare agevolmente. Ovviamente parlo di viaggi nella media, al caldo o al freddo, ma non troppo impegnativi. Se progettate di fare un viaggio nell’artico con annesse escursioni e dovrete portarvi con voi molta attrezzatura tecnica allora probabilmente dovrete optare per uno zaino più grande.

Un dettaglio che questo zaino da viaggio non ha, e che invece potrebbe rivelarsi molto utile, è una cerniera sul davanti per tutta la lunghezza. In questo modo potreste togliere il necessario senza troppi problemi anche quando quello che vi serve si trova in fondo allo zaino.

Nonostante questo io mi trovo molto bene con questo modello e non ho avuto nessun problema.

Prima di questo zaino da backpacker ne ho utilizzato un altro perfetto per chi vuole provare questa soluzione al posto della valigia ma non deve fare molti o lunghi spostamenti durante il viaggio. Molto adatto per esempio per viaggi in città.

Sto parlando di un Cabin Max dalle dimensioni precise per essere trasportato come bagaglio a mano con le maggiori compagnie.

Consigli per organizzare lo zaino da viaggio

Ricordatevi che una volta imparato come organizzare bene cosa mettere in valigia, risparmiando spazio, non dovrete nemmeno più pagare il bagaglio in stiva per i viaggi con le compagnie low cost.

Come conviene riempire lo zaino con tutte le cose da portare in viaggio?

  • mettere in alto le cose che si utilizzano di più e che ci servono non appena arrivati in albergo;
  • mettere le cose più pese sul fondo;
  • distribuire i pesi in maniera omogenea fra la parte destra e sinistra;
  • riporre ordinatamente i vestiti anche da sporchi;
  • sfruttate le tasche esterne;
  • mettere il sacco copri – zaino durante gli spostamenti.

Viaggiare zaino in spalla è ormai il mio modo preferito di muovermi. Inizialmente può sembrare complicato, ma se ci prendete la mano e imparate ad organizzarvi bene con le cose da portare in viaggio…vi si aprirà un mondo!


Questo post è stato scritto in collaborazione con Panasonic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quali avvisi vuoi ricevere?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.