Val d’Orcia: cosa vedere in un giorno nel cuore della Toscana

La Val d’Orcia in Toscana è una zona che ho avuto modo di visitare più di una volta negli ultimi anni. Si tratta di una valle in provincia di Siena con tanti borghi caratteristici da scoprire, campi ricoperti di grano e vigneti che vi incanteranno lungo la strada, paesaggi da cartolina che sono entrati nell’immaginario comune di questa regione, prodotti enogastronomici tipici da assaggiare nei ristoranti o in botteghe dalle antiche tradizioni. In questo post vi parlerò dei luoghi più interessanti da scoprire in Val d’Orcia: cosa vedere nei maggiori borghi e nei dintorni, se avete un po’ più tempo.


La Val d’Orcia prende il nome dal fiume Orcia che la attraversa e dal 2004 la vallata fa parte della lista dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

In queste zone si può semplicemente passeggiare fra le vie di borghi antichi, visitare castelli medievali, pievi e abbazie circondate da scenografici cipressi e compiere percorsi di degustazione dei vini più famosi della zona come il Brunello di Montalcino, il Vino Nobile di Montepulciano ed il Rosso d’Orcia.

val d'orcia panorama

La Val d’Orcia racchiude ciò che di meglio la Toscana può dare; qui potete rimanere per un lungo weekend visitando tutto con calma, oppure scoprire cosa vedere in Val d’Orcia in un giorno solo se siete di passaggio o non abitate troppo lontano.

La Val d’Orcia si trova a circa due ore di distanza da Firenze, due ore e mezza da Roma e un’ora da Perugia.

Vediamo l’itinerario in Val d’Orcia che potete compiere in un giorno o due.

Val d’Orcia cosa vedere: borghi

Pienza

Inizio da qui questo itinerario nella Val d’Orcia perché questo paese è il mio preferito tra quelli di cui vi parlerò. Pienza è romantica: sta tutto in questa parola, quella che credo la descriva al meglio. D’altronde a Pienza si trovano la Via dell’Amore, la Via del Bacio e la Via della Fortuna.

Questi stretti vicoli si aprono sulle scenografiche mura dalle quali si può ammirare la vallata, fino scorgere il Monte Amiata, e dove compiere una breve passeggiata sotto le finestre dei residenti che sopra di voi stendono i panni.

Questo gioiello rinascimentale è storicamente legato a Papa Pio II che qui, nel 1405, nacque cambiando le sorti del luogo – in precedenza il paese si chiamava Corsignano. Il Papa volle qui riprodurre una sorta di “città ideale” sopra l’antico borgo; le attrazioni principali che sorsero in paese nella piazza principale, e che meritano ancora oggi una visita, sono il Municipio, la Cattedrale, il Palazzo Borgia e il Palazzo Piccolomini.

Mi raccomando, una volta in paese entrate in una delle numerose gastronomie per comprare e portarvi a casa un buonissimo pecorino di Pienza.

Se volete sedervi al ristorante per il pranzo o la cena, vi consiglio di prenotare alla Trattoria da Fiorella: un locale piccolo e intimo che propone ingredienti di stagione e a chilometro 0.

val d'orcia mangiare pecorino

val d'orcia pienza

val d'orcia cosa vedere: mura di pienza


Potrebbe interessarvi anche cos’altro fare in un weekend in Toscana


Montepulciano

A soli 13km da Pienza si trova quest’altro paese molto famoso a cavallo tra la Valdichiana e la Val d’Orcia. Cosa vedere a Montepulciano?

Oltre a passeggiare nelle sue stradine che si diramano dal corso principale, noterete subito come il fulcro della vita cittadina sia Piazza Grande con il Palazzo Comunale (sulla cui torre si può salire per godere del panorama), il Duomo ed altri edifici degni di nota.

Numerosi palazzi e nobili residenze sono sparsi per tutto il paese, ma se siete appassionati di vino vi consiglio di non perdere una visita alle cantine di Palazzo Ricci. In queste grotte scavate nel tufo vengono ospitate le botti in rovere nelle quali riposa il celebre vino Nobile di Montepulciano DOCG.

Altri edifici che meritano una visita sono la Chiesa di Sant’Agostino progettata da Michelozzo, che conserva un Crocifisso attribuito a Donatello, e la torre dell’orologio sormontata da Pulcinella.

La passeggiata in paese può continuare verso la Fortezza e la Chiesa di Santa Maria dei Servi dalla quale si scorge bene il bellissimo Santuario di San Biagio, un’altra attrazione molto famosa di Montepulciano e di tutta la Val d’Orcia.

val d'orcia cosa vedere: montepulciano

val d'orcia cosa vedere: chiesa di san biagio


Potrebbe interessarvi anche cosa vedere a Volterra


San Quirico d’Orcia

San Quirico è una tappa perfetta da poter aggiungere alla due precedenti per completare un giro in Val d’Orcia. Cosa vedere in questo piccolo borgo?

Costruito in cima ad una collina, a metà strada fra Montalcino e Pienza, San Quirico era un’importante tappa lungo la Via Francigena.

Una volta entrati nella cinta muraria, l’attrazione principale che avrete modo di visitare è la Collegiata: una chiesa romanica. Altri edifici degni di nota a San Quirico d’Orcia sono il Palazzo Chigi, la Chiesa di San Francesco e la Chiesa di Santa Maria Assunta. Proprio vicino a quest’ultima chiesa, o accedendo da Piazza della Libertà, si trovano gli Horti Leonini, un classico esempio di giardino all’italiana che vale la pena visitare.

Si tratta di giardini pubblici nati a fine 1500 per volere di Diomede Leoni, nato appunto a San Quirico e figura di spicco a contatto con i più importanti artisti di allora (si dice fosse accanto a Michelangelo al momento della sua morte). La superficie degli Horti Leonini è distribuita su due livelli: quello inferiore disegnato con riquadri disposti a raggiera e quello superiore caratterizzato da un bosco di lecci che salgono verso l’alto. Proseguendo oltre la scalinata che collega i due livelli troverete un piazzale erboso che vedeva ergersi in passato la medievale torre del Cassero, abbattuta durante la seconda guerra mondiale.

Nei pressi di San Quirico, lungo la strada panoramica che conduce a Pienza, si trova uno dei punti più suggestivi e fotografati della Val d’Orcia: la Cappella di Vitaleta, una piccola cappella sulla cima di una collinetta impreziosita da alcuni di cipressi. L’avrete vista in centinaia di foto e cartoline.

val d'orcia cosa vedere: vitaleta

Photo by Kristof Van Rentergem on Unsplash

Montalcino

Un altro luogo per eccellenza da vedere in Val d’Orcia è sicuramente questo paesino rinomato soprattutto per il suo vino.

Una volta entrati nel borgo vi consiglio di visitare la fortezza, visitare l’interno e salire sui bastioni per ammirare il panorama circostante: da queste parti non rimarrete mai delusi, ogni volta che potete salite su un punto panoramico per lasciarvi stupire dalla bellezza delle colline toscane.

Il cuore del paese, dove sorgono numerose attività artigianali, caffè e wine bar, è la Piazza del Popolo dove si trova anche il Palazzo dei Priori, sede del Comune. Da visitare a Montalcino ci sono anche il Palazzo Vescovile e le chiese di Sant’Agostino, Sant’Egidio e San Francesco.

In paese ci sono anche due interessanti musei: il Museo Civico e Diocesano di Arte Sacra e il Museo del Vetro.

val d'orcia vini


Val d’Orcia: cosa vedere in questa zona della Toscana in provincia di Siena non si esaurisce certo qui, ma sicuramente in un giorno solo non riuscirete a fare di più, anzi. Vi consiglio di rimanere da queste parti almeno un weekend e allungare il giro magari con una visita alle Crete Senesi, all’Abbazia Romanica di Sant’Antimo o per un po’ di relax alle terme di Bagno Vignoni.

2 thoughts on “Val d’Orcia: cosa vedere in un giorno nel cuore della Toscana”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quali avvisi vuoi ricevere?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.