Pistoia sotterranea: visita del camminamento e teatro anatomico

Grazie ad un grande lavoro di recupero, dal 2010 in pieno centro città è possibile visitare Pistoia Sotterranea.

Si tratta di un percorso ipogeo (il più lungo della Toscana) visitabile per 650 metri, che si snoda sotto l’antico Spedale del Ceppo: in funzione dal 1277 fino al 2013. All’entrata, in Piazza Giovanni XXII, non perdetevi il fregio in terracotta invetriata che si trova sulla facciata dell’ospedale. Questo fu realizzato da Santi Buglioni fra il 1526 e il 1529, mentre Giovanni della Robbia ha realizzato i medaglioni.

ospedale del ceppo pistoia

Il teatro anatomico

La prima tappa nel contesto della visita a Pistoia Sotterranea è il Teatro Anatomico (costruito tra il 1785 e il 1787): il più piccolo al mondo.

Si tratta di due stanzette utilizzate dalla Scuola di Medicina (1666 – 1844) per la preparazione, la dissezione e lo studio dei cadaveri. Nella piccola stanza principale troviamo al centro un tavolo in marmo per la deposizione del corpo; davanti, lo scranno riservato al professore, con tanto di leggio, che attraverso una bacchetta, quindi senza mai toccare il cadavere, illustrava e spiegava ai suoi allievi; poi i posti a sedere per i suoi assistenti ed infine quelli per gli studenti.

L’aula è finemente decorata e nei busti dipinti sulle pareti ovest ed est sono ritratti due medici e scienziati: Albrecht von Haller, fondatore della fisiologia moderna e Giovanni Battista Morgani, fondatore dell’anatomia patologica.

teatro anatomico pistoia
strumento scuola medicina pistoia
Attrezzo per tenere la testa mozzata e studiare il cervello

Visitare Pistoia Sotterranea

Iniziamo poi la vera visita di Pistoia Sotterranea procedendo per il camminamento che segue il corso di quello che un tempo era il torrente Brana. All’inizio della dominazione fiorentina però venne realizzata una nuova cinta muraria – la terza – che comportò la deviazione e la riduzione del torrente, in modo che il nuovo corso passasse per la campagna e potesse consentire ancora l’alimentazione di molte realtà urbane e non: nasce così la Gora di Scornio, ancora presente lungo il percorso.

Il torrente Brana ebbe un ruolo molto importante nel corso dei secoli; divenne infatti una cintura sanitaria su cui si affacciavano i primi Hospitales dovuti alla massiccia presenza, in continuo aumento, di pellegrini che arrivavano a Pistoia per vedere la reliquia di San Jacopo (patrono della città).

pistoia sotterranea percorso

Il torrente Brana era utilizzato in svariati modi dall’ospedale, ma anche dai cittadini che lo usavano come lavatoio nonostante l’acqua sporca. Il personale sanitario, infatti, utilizzava la Brana per gettarvi rifiuti, tra i quali le ceramiche utilizzate nella cura dei pazienti. Oggi all’interno del percorso si trovano delle repliche – riprodotte dai ceramisti di Montelupo Fiorentino – che ci consentono di capire meglio; per esempio, troviamo la “brocchetta nera degli appestati”, oppure le cosiddette “pappine”, piccoli piatti con decorati alcuni simboli. Questi rifiuti venivano gettati nel fiume tramite delle aperture nelle volte, chiamate “butti”. Immaginate la situazione sanitaria all’epoca e quanto fosse facile il propagarsi di epidemie!

pistoia sotterranea ceramiche

Lungo il percorso di Pistoia Sotterranea, con la spiegazione della guida, si ripercorre la storia archeologica e urbanistica della città e della costruzione dell’ospedale, che ha attraversato varie fasi.

Fra le vecchie testimonianze troviamo i resti di un frantoio che veniva utilizzato dalla farmacia dell’ospedale per unguenti e medicamenti vari. Troviamo poi, nella parte finale, il mulino appartenuto alla ferriera Beccaccini utilizzato fino al 1940. Procedendo ancora si trovano i resti del Convento delle Convertite, della torre, della Porta di San Lunardo e del ponte – oggi, zona San Marco.

frantoio pistoia sotterranea

Il percorso finisce in Piazza San Lorenzo.

Pistoia Sotterranea: costi, biglietti, visite guidate

La visita a Pistoia Sotterranea necessita di una prenotazione perché disponibile solo con visita guidata, della dura di circa un’ora. Qui sotto vi lascio orari, costi e contatti che potete trovare anche sul sito ufficiale.

pistoia sotterranea costo

Pistoia Sotterranea orari:
– aperto tutti i giorni
– orari visite guidate: 10.30, 11.30, 12.30, 14.00, 15.00, 16.00, 17.00.

Pistoia Sotterranea costo biglietto:
– Intero €10
– Ridotto €8,00
– Convenzioni €7
– Famiglia €30
– Gruppi €7

Contatti:
– 0573 368023
– 366 7231506

3 thoughts on “Pistoia sotterranea: visita del camminamento e teatro anatomico”

  1. Sai che anche a Torino c’è la possibilità di fare un tour simile? 🙂

    1. Sara L'Esploratrice says:

      Non lo sapevo! Conosco quello di Napoli, che vorrei tanto vedere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quali avvisi vuoi ricevere?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.