Cappadocia: cosa vedere in 4 giorni e come volare in mongolfiera

Visitare la Cappadocia: cosa vedere in 4 giorni, come muoversi e come organizzare un tour della regione con giro in mongolfiera.

Visitare la Cappadocia era sicuramente il principale punto fermo del mio viaggio in Turchia, direi il più atteso e il più sognato. Come potrebbe essere altrimenti? Paesaggi che sembrano usciti dalle fiabe più incantate, la testimonianza vivente dell’incredibile potere della natura e dei miracoli che riesce a compiere.

Siamo in Anatolia, su un altopiano a mille metri di altitudine, dove milioni di anni fa l’eruzione di vulcani ormai spenti ha permesso la creazione di formazioni rocciose in tufo dagli aspetti più fantasiosi e vari per forma, dimensioni e colori.

La Cappadocia è uno di quei posti dove puoi vedere lo stesso luogo più volte al giorno e non ti stancherà mai; ad ogni ora lo troverai diverso: svegliati all’alba, poi vedilo di nuovo a metà giornata e poi al tramonto.

Visitare la Cappadocia in 4 giorni è l’ideale, ma anche 3 giorni sono sufficienti per visitare le maggiori attrazioni della zona.

Potrebbe anche interessarti il post sui libri da leggere prima di partire.

cappadocia mongolfiera

Come organizzare un viaggio in Cappadocia

Come organizzare un tour della Cappadocia?

Quando andare in Cappadocia

Fine primavera e inizio autunno sono i due momenti ideali per visitare la Cappadocia: né caldo, né freddo, niente neve. Se quest’ultima infatti può essere a livello paesaggistico molto suggestiva, a livello pratico può compromettere la visita della regione a causa della scarsa accessibilità alle strade e ai siti. Personalmente, però, avendo visitato la Cappadocia d’estate sono stata piacevolmente sorpresa dalle temperature. Sarà stata per loro un’estate particolarmente mite, e al contrario io venivo da una stagione molto torrida in Italia, ma nonostante le temperature si aggirassero di giorno tra i 26° e i 32° non ho sofferto particolarmente: il clima mi è sembrato piuttosto secco e la sera le temperature scendevano fino a dei piacevoli 22/23°.

Come arrivare in Cappadocia

La prima opzione è quella di raggiungere la Cappadocia in aereo; la regione è servita da due aeroporti: Kayseri e Nevşehir. Potete arrivare in Cappadocia con voli diretti da Istanbul (Turkish Airlines, Pegasus Airlines o Anadolu Jet) oppure con scalo dall’Italia. Una volta arrivati all’aeroporto vi consiglio di raggiungere la vostra sistemazione con un transfer prenotato tramite la vostra struttura; per il mio transfer da Nevşehir all’ostello a Göreme ho speso meno di €8.

La seconda opzione è quella di raggiungere la Cappadocia in auto, ma considerate bene i chilometri che dovete percorrere: 730 da Istanbul, 300 da Ankara ad esempio.

Altra opzione è quella di raggiungerla in pullman dalle maggiori città turche.

cappadocia cosa vedere

Come muoversi in Cappadocia

Questo credo sia il punto fondamentale sul quale dovrete decidere e che darà l’impronta a tutto il vostro viaggio. Cosa volete prediligere? Velocità, comodità, autonomia?

  1. auto a noleggio: un’ottima soluzione che vi garantisce autonomia al 100% e assolutamente fattibile perché lo stato delle strade sulle quali vi muoverete per raggiungere i maggiori siti è ottimo. L’unica cosa che vi può mancare è una guida per avere maggiori indicazioni sui luoghi che visitate; quelle informazioni alle quali, secondo me, una guida cartacea non può sopperire;
  2. taxi: vista la convenienza dei prezzi, se siete almeno in due, questa soluzione può essere interessante per velocità e comodità;
  3. mezzi pubblici: i bus ci sono e sono sicuramente economici, ma ecco io non riuscirei mai a sottomettermi per giornate intere a degli orari così prestabiliti. Ottima soluzione per il prezzo, ma perdete completamente in autonomia senza avere nemmeno le spiegazioni di una guida.
  4. Tour organizzati: questa è sicuramente la soluzione più gettonata per visitare la Cappadocia. Nella cittadina principale della Cappadocia – Göreme – si trovano decine e decine di agenzie tramite le quali – ad un prezzo di circa €35 – potete prenotare sul posto dei tour giornalieri. Nello specifico, a seconda del giro, questi tour vengono rinominati da tutti allo stesso modo: Red Tour, Green Tour, ecc. Questa è la soluzione alla quale mi sono affidata io, però non attraverso le agenzie del posto ma attraverso il tour operator italiano Scoprire Istanbul che appunto offre guide in italiano. Il prezzo è leggermente maggiore (40/45€ a seconda del numero dei partecipanti) ma hanno il vantaggio della guida in italiano e del numero basso dei partecipanti. Con queste agenzie e tour operator potete anche optare per dei tour privati su misura.

Vi consiglio Scoprire Istanbul? Direi di sì, ma ho avuto la prova che la guida è l’elemento che può trasformare l’esperienza. A Istanbul mi sono trovata benissimo perché abbiamo avuto una guida eccezionale; in Cappadocia no. Purtroppo la nostra guida è stata un po’ troppo superficiale e non ha inciso particolarmente con le sue spiegazioni. So di altri gruppi che hanno avuto lo stesso problema e la guida è stata subito sostituita per il tour del giorno seguente. Per quanto riguarda la disponibilità, la puntualità e la precisione del tour operator niente da dire.

organizzare viaggio in cappadocia

Museum Pass Cappadocia

Per le principali cose da vedere in Cappadocia è possibile, e conveniente, acquistare il Museum Pass, cioè un biglietto cumulativo valido per 3 giorni che per 400tl include l’ingresso a:

  • Open Air Museum di Göreme
  • Zelve
  • Ilhara Valley
  • le città sotterranee di Derinkuyu, Kayamali e Ozkonak

Potete acquistare la card direttamente presso uno dei siti di cui sopra – se sapete di arrivare presto, all’apertura, e non fare fila – oppure in anticipo online.

tramonto in cappadocia

Dove dormire in Cappadocia

Per visitare la Cappadocia potete scegliere di dormire in cittadine più piccole e meno turistiche come Uchisar o Çavuşin, ma la soluzione più pratica, la cittadina dove si trovano tutte le agenzie e tanti ristoranti e da dove partono tutte le escursioni, è quella di Göreme.

Le soluzioni in Cappadocia sono generalmente molto pittoresche perché si dorme spesso in alloggi scavati nel tufo.

Personalmente ho soggiornato presso il Cappadocia Cave Rooms che offre sia camere private che condivise; la colazione è buona e offre sia piatti locali che internazionali e c’è una bella terrazza con piscina che ogni giorno prima di cena si è rivelata preziosissima. Per il mio posto letto in una camera femminile da 4 persone, con colazione inclusa, per 4 notti, ho speso in totale €37!

dove dormire in cappadocia
Cappadocia Cave Rooms

Dove mangiare in Cappadocia

Non mi sono particolarmente documentata prima di mettermi a sedere e mangiare, ma vi lascio comunque gli indirizzi dei posti che ho provato e dove sono stata bene oppure che mi sono stati consigliati da persone che ho conosciuto sul posto:

  • The Roof Lounge: terrazza con bella vista su Göreme, personale molto gentile; conto non sicuramente economico per gli standard turchi: ho mangiato una meze buonissima – tanti piattini diversi che ricordano le tapas spagnole – per 340tl (circa €18).
  • The Family Cave: sempre a Göreme, bellissima location; il ristorante ha più soluzioni: tavolini, divanetti, tappeti, piccola terrazza rialzata. Insalata, piatto principale e baklava per 200tl (circa €10).
  • Senza Restaurant: siamo a Uchisar, un bel ristorante per cambiare location perfetto per godersi il tramonto con una bella vista sul castello del paese accanto alle ampie vetrate del salone. Cucina molto buona, posto elegante: 2 piatti per 305tl (circa €16).
  • Turkish Ravioli: un bel ristorante con terrazza per mangiare i tipici ravioli turchi – non ci sono stata, ma mi è stato consigliato.
  • Nazar Borek & Café: purtroppo anche qui non ho fatto in tempo ad andare, ma a vedere le foto mi dispiace veramente molto – la location sembra davvero carina! Attenti a Google Maps che vi porta sempre nella vecchia sede; l’indirizzo giusto è Adnan Kahveci Cad. Kara Mizrak Sok. No 3 (fate prima ad aprirlo direttamente da Instagram).
cappadocia dove mangiare
meze turche

Cosa vedere in Cappadocia: itinerario

Veniamo adesso a cosa vedere in Cappadocia se avete a disposizione almeno 3/4 giorni. Qui di seguito il mio itinerario, compresi i due tour organizzati.

Cappadocia giorno 1

Göreme Open Air Museum

Arrivata la mattina molto presto con il volo da Istanbul, mi sono subito diretta, a piedi, dal centro di Göreme, al Museo a cielo aperto della città; circa 20 minuti di cammino.

Si tratta di un antico insediamento religioso bizantino – risalente all’XI-XII secolo – nel quale, scavati nella roccia, si trovano suggestive cappelle, chiese e monasteri, con tanto di affreschi ben conservati.

La visita vi prenderà almeno 1 ora e mezzo o due e vi consiglio l’audio guida; il percorso è ben segnalato e facile da seguire. I luoghi visitabili nel museo sono:

  • Chiesa di San Basilio
  • Chiesa della Mela
  • Chiesa di Santa Barbara
  • Chiesa del Serpente
  • Chiesa Buia (ingresso a parte se non avete il pass)
  • Chiesa dei sandali
  • Convento delle monache

Fuori dal museo vero e proprio, sulla strada per tornare a Göreme, entrate anche alla Chiesa della Fibbia.

cappadocia cosa vedere: goreme open air museum

Tour in quad/ATV

Così molto a caso, infatti non vi lascio info specifiche, sulla strada di ritorno mi sono fatta ammaliare dalla possibilità di fare un giro in quad. I classici giri durano almeno un’ora e vengono fatti in gruppo, io alla fine ho rimediato un tour da sola – con il driver – che mi ha fatto visitare la Sword Valley fino ad un punto panoramico sulla Rose Valley. Lì mi sono fatta lasciare ed ho così proseguito a piedi da sola per una passeggiata.

Rose Valley/Red Valley

La Rose Valley, adiacente alla Red Valley, è così chiamata per il colore tipico che assumono le formazioni rocciose di questo territorio. Passeggiando nella valle è possibile anche scovare diverse chiese rupestri con i soliti caratteristici affreschi. Queste valli sono particolarmente affascinanti all’ora del tramonto: è in questo momento infatti che i loro tipici colori danno il loro meglio. È per questo che molte agenzie offrono tour della Rose e della Red Valley proprio sul calar del sole: a piedi, in quad o anche a cavallo. Con questa camminata, se avete tempo, potete raggiungere il villaggio di Çavuşin; io mi sono fermata prima perché questo paese sarebbe comunque stata una tappa dei giorni successivi.

cappadocia itinerario rose valley

Cappadocia giorno 2

Questa giornata è frutto del tour denominato “nord” e che ho intrapreso con l’agenzia Scoprire Istanbul.

Paşabağı e i camini delle fate

La vallata sembra proprio essere opera di fate e creature misteriose; ecco che lungo la strada verso Zelve si scorgono questi funghi di tufo con cappello davvero singolari. La valle è conosciuta anche come Monks Valley perché in passato era abitata dai monaci; qui si trovano infatti celle e un vecchio monastero scavato nella roccia.

visitare cappadocia camini delle fate

Zelve

Questo forse il sito che più mi è piaciuto tra tutte le cose da vedere in Cappadocia. Zelve è una località tranquilla, non presa d’assalto dai turisti, suggestiva, imponente. Si tratta di un villaggio troglodita abitato fino al 1960, quando le ultime tre famiglie furono fatte spostare per trasformare il sito in museo. La Cappadocia tutta e le case troglodite tipiche del posto erano il luogo ideale per popolazioni che cercavano di proteggersi in periodi particolarmente bellicosi; e in più il tufo era perfetto per mantenere delle abitazioni fresche in estate e calde in inverno.

da vedere in cappadocia zelve
tipiche piccionaie

Valle di Drevent

Anche denominata Valle dell’immaginazione, questa zona è conosciuta per i suoi diversi pinnacoli che ricordano spesso qualche figura ben precisa. Ce lo vedete anche voi un cammello qui sotto?

cappadocia valle dell'immaginazione

Özkonak

In tutta la Cappadocia sono state ritrovate molte città sotterranee dove per secoli migliaia di persone hanno vissuto al riparo dalle minacce del mondo esterno. Assurdo, ma all’interno di questi bassi e stretti cunicoli migliaia di persone riuscivano a sopravvivere anche fino a 3 mesi con un ingegnoso sistema di areazione e scorte di cibo e acqua. La città di Özkonak è piccola e si visita velocemente; le due maggiori, ma più distanti, sono quelle di Derinkuyu e Kayamali. Se avete tempo ve le consiglio assolutamente! Sempre che non soffriate di claustrofobia.

Avanos

Durante il tour abbiamo fatto una breve pausa pranzo in questo paesino conosciuto soprattutto per l’arte delle ceramiche; qui abbiamo visitato un laboratorio – enorme e sottoterra – dove ci è stata illustrata la lavorazione e ci sono state mostrate bellissime opere.

È tranquillamente possibile visitare questi laboratori da soli – senza tour o guide – e chiedere anche di poter provare a creare voi stessi un oggetto con il tornio!

Çavuşin

Ultima tappa della giornata è stato questo antico villaggio molto suggestivo. Casine abbandonate e scavate nella roccia, stradine sterrate e ripide, quasi nessun turista, una passeggiata fuori dal mondo.

4 giorni in cappadocia cavusin

Cappadocia giorno 3

Il terzo giorno del mio viaggio in Cappadocia è stato dedicato alla scoperta della parte ovest della regione.

Valle di Ihlara

La prima tappa del tour è stata questa valle, un canyon precisamente, a circa 80km da Göreme. Il tragitto classico che si percorre in questa valle è di meno di 4km e parte dalla biglietteria di Buradasiniz, scende per quasi 400 gradini, e porta fino al villaggio Belisirma, passando per alcune delle chiese scavate ancora oggi visibili e costeggiando il fiume Melendiz. Lungo il tragitto, nella rigogliosa vegetazione, avrete modo anche di riposarvi in un punto molto instagrammabile con tavolini su palafitte. Alla fine del percorso nel villaggio trovate alcuni ristoranti dove pranzare; per tornare indietro al punto di partenza, se non siete con un tour, potete chiedere un passaggio alle persone del posto – sono abituati – o vedere se c’è un taxi.

Vista anche la lontananza della valle, non ritengo questa tappa imperdibile!

Monastero Selime

Altro sito tra i più scenografici e suggestivi da vedere in Cappadocia è sicuramente questo imponente monastero scavato nella roccia. All’interno del complesso è possibile vedere i resti di una cucina, dei dormitori, di una chiesa, di una cantina, tutto scavato nel tufo. Nella valle intorno – fatevi indicare il punto esatto – hanno anche girato alcune scene del primo Star Wars!

cosa vedere in cappadocia monastero di selime

Pigeon Valley

Lungo la strada per Uchisar – che già da qui si vede benissimo – abbiamo fatto una breve sosta fotografica alla Valle dei piccioni. Questa vallata è conosciuta per le innumerevoli piccionaie scavate nella roccia e che punteggiano il panorama. Le piccionaie sono un elemento piuttosto comune in tutte i villaggi scavati nel tufo che potete vedere nel viaggio in Cappadocia. Questi uccelli infatti erano indispensabili in particolare perché fornivano il fertilizzante.

Uçhisar

Un altro dei miei posti preferiti da vedere in Cappadocia: un piccolo villaggio dove c’è tutto, ma senza strafare; ristoranti e alberghi sono inseriti bene nel contesto senza deturpare l’anima ancora autentica di questo luogo. Un posto più defilato dal turismo di massa dove poter soggiornare, ma anche un luogo romantico dove trascorrere l’ora del tramonto. Qui – per 50tl – potete salire sul castello che domina tutta la Cappadocia (durante la vostra permanenza lo avrete scorto sicuramente da numerose vallate) e godervi lo spettacolo.

Durante il tour sinceramente non abbiamo avuto modo di salire; io ci sono tornata all’ora del tramonto, con alcuni ragazzi conosciuti appunto durante il tour, e qui abbiamo anche deciso di cenare al Senza Restaurant che ha una bella sala con grandi finestre che danno sulla rocca.

cappadocia pigeon valley uchisar
tramonto cappadocia uchisar

Cappadocia giorno 4

Il mio quarto giorno in Cappadocia a dire il vero è stato piuttosto breve, perché nel primo pomeriggio avevo l’aereo in direzione di Izmir.

Love Valley

Con le mie ultime due ore in Cappadocia ho deciso di vedere la Love Valley (ingresso 10tl); se avete tempo in meno di un’ora la raggiungete anche a piedi da Göreme. Io mi sono fatta portare in taxi e qui ho fatto una sosta foto al famoso punto panoramico con altalena a forma di cuore e poi una passeggiata di circa un’ora e mezzo giù nella vallata. Vi siete chiesti come mai la valle si chiami proprio Love Valley? Guardate bene le caratteristiche conformazioni rocciose… vi dicono niente!? Sì, assomigliano molto a… dei peni giganti!

visitare la cappadocia love valley

Cosa fare o visitare in Cappadocia se avete un quarto giorno intero da sfruttare?

  • una delle due maggiori città sotterranee – Derinkuyu o Kayamali
  • la città di Mustafapaşa, la valle di Soğanlı e Ürgüp
  • tour a cavallo

Volo in mongolfiera in Cappadocia

Eccoci arrivati al primo posto in classifica tra le cose da fare in Cappadocia: il volo in mongolfiera! Sento chi ne è affascinato ma continua ad avere dei dubbi: costa troppo, ho paura, è troppo turistico. Ragazzi, io vi dico solo che è una delle esperienze più belle in assoluto fatte in vita mia!

volo in mongolfiera cappadocia
organizzare volo mongolfiera turchia
  • se soffrite di vertigini in maniera seria non entro nell’argomento perché non soffrendone non giudico e non posso dare consigli. Ma se avete solo timore, vi dico che una volta saliti sulla mongolfiera non vi renderete nemmeno conto di quando si stacca da terra ed inizia a volare. Il tutto avviene nella maniera più soft possibile e le ceste sono davvero stabili, non ci sono sballottamenti di sorta; tutto filerà via liscio senza nessun contraccolpo o mal d’aria.
  • il costo è alto e sembra rincarare di anno in anno, ma vi assicuro che ne vale la pena. Se non spendiamo i soldi in queste esperienze, dove li spendiamo!?
  • turistico sì, ma bello! Suggestivo, emozionante, incredibile.
mongolfiera cappadocia

Veniamo all’organizzazione del volo in mongolfiera in Cappadocia.

Conosco qualcuno che è riuscito a prenotare all’ultimo momento, ma conosco anche chi all’ultimo momento è rimasto a terra. Dunque, contattate l’agenzia almeno un paio di mesi prima; io ho fatto tutto tramite Scoprire Istanbul, ma loro a loro volta si affidano all’agenzia Voyager Balloons – una delle più conosciute sul territorio – quindi potete provare con entrambi.

Fino a luglio 2022 il costo era di €170 se pagate in contanti o di €180 con carta. Ma a partire da Agosto 2022 ho letto che i prezzi sono aumentati nuovamente: adesso si parla di almeno €200/220!

come organizzare volo in mongolfiera cappadocia

Come funziona il volo in mongolfiera in Cappadocia? L’organizzatore vi passerà a prendere in hotel con il pullmino indicativamente fra le 4 e le 4:30 del mattino; sarete portati nella sede principale dove avverrà il pagamento e lo smistamento in piccoli bus. Qui prima di partire vi verrà offerta la colazione. Una volta saliti nei vostri bus arriverete sul luogo di partenza delle mongolfiere ed assisterete a tutte le operazioni di preparazione. Fra le 5:30 e le 6:00 ci si alza in volo e l’esperienza dura circa 1 ora. Un’ora che vorreste durasse altre 5, perché il tempo lassù passa davvero così in fretta che non ve ne renderete conto!

Per le 7:00 massimo 8:00 sarete di nuovo di rientro al vostro hotel. Il giorno del volo in mongolfiera potete quindi tranquillamente prenotare anche un tour visto che generalmente questi partono verso le 9 o più tardi.

volo mongolfiera cappadocia costo

Un consiglio: le mongolfiere partono solo se ci sono le condizioni meteo adatte e se non tira troppo vento. Vi consiglio quindi di non fissare il volo per la vostra ultima mattina disponibile in Cappadocia. Così, se ci fosse qualche problema, avrete ancora tempo per ritentare!

Foto alle mongolfiere

Il viaggio in Cappadocia, come avrete capito, non è proprio dei più rilassanti; oltre a svegliarvi in piena notte per il volo in mongolfiera, almeno un’altra mattina vorrete sicuramente svegliarvi prima dell’alba per vedere il cielo punteggiarsi di mongolfiere prima ancora che sorga il sole: quando tutto è ancora blu e viola e la luce inizia a penetrare lentamente colorando le rocce e svelando le fantasie dei palloni in aria.

organizzare viaggio in turchia cappadocia

Dove fare alcune belle foto?

  • Göreme view point: sarà difficile che non lo vediate, quassù ad indicarlo c’è un enorme bandiera della Turchia. Questo spot è ideale per foto all’alba ma anche al tramonto. Per salire – circa 10 minuti a piedi dal centro del paese – vi chiederanno 5tl.
  • Rose Valley: non possiamo conoscere con esattezza il giro che le mongolfiere compiono perché tutto dipende dal vento, ma il punto di partenza è vicino a una delle valli più pittoresche della Cappadocia. Sorvolando ho notato che molti erano appostati da quelle parti ed in effetti dev’esserci un bel panorama perché potrete vederle veramente da vicino. Vista l’ora, fatevi portare qui da un taxi.
  • Love Valley: sempre con un taxi potete raggiungere quest’altra vallata che quasi sempre viene sorvolata. Qui le mongolfiere si staglieranno contro uno dei panorami più particolari che la regione ha da offrire.
  • dal vostro hotel: molti degli alloggi di Göreme hanno delle belle terrazze e le mongolfiere passano sempre da queste parti quando sono in volo. Purtroppo io ho avuto questa idea tardi e mi ci sono soffermata solamente la mattina del mio stesso volo quando ormai quasi tutte erano ridiscese a terra. Però è un’ottima opzione a basso dispendio di fatica!

Ho cercato di fare del mio meglio per raccontarvi cosa vedere in Cappadocia e come organizzare un viaggio qui in questa terra da sogno. Se avete altre domande, ci sono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quali avvisi vuoi ricevere?