Cosa vedere a Bologna in un giorno: itinerario

Bologna: la città dell’università più antica del mondo, la città raccontata da Lucio Dalla, la città dei famosi portici, la città della mortadella più buona d’Italia. Anche se solo a poco più di un’ora da casa mia ho riscoperto Bologna solo adesso. Bologna era stata la meta di un paio di gite scolastiche e in famiglia quando ero piccola, ne avevo un piacevole ricordo ma di niente in particolare.

per le strade di Bologna

Ho quindi approfittato di una delle ultime domeniche autunnali più lunghe e dal clima più mite per partire alla scoperta del capoluogo emiliano.

Ecco l’itinerario che ho seguito per vistare Bologna in un giorno.

Cosa vedere a Bologna in un giorno?

Mi sono presa la giornata con calma, ho passeggiato tranquillamente senza strafare per riuscire a vedere qualsiasi cosa e sono quindi rimasta nella zona più centrale.

cosa vedere a Bologna: i portici

Cosa vedere a Bologna: Via dell’Indipendenza e Piazza Maggiore

La mia passeggiata a Bologna è iniziata da Via dell’Indipendenza, un grande viale con i tipici portici sotto i quali si trovano numerosi negozi. Il Viale può essere il vostro punto di partenza in caso arriviate in città con il treno fino alla stazione centrale, sia che arriviate in auto e parcheggiate (a pagamento) in Piazza dell’8 Agosto.

cosa vedere a Bologna: Piazza Maggiore

Piazza Maggiore (fonte: wikipedia)

Il Viale porta dritti alla Piazza del Nettuno e a Piazza Maggiore. Nella prima trovate la famosa fontana del Nettuno appunto, mentre nella seconda le fanno da padrona il Palazzo del Podestà e la Basilica di San Petronio, dove decine e decine di persone si siedono ogni giorno sui suoi scalini a riposare e a chiacchierare.

in Piazza Nettuno

Cosa vedere e dove mangiare a Bologna: antico mercato del Quadrilatero

Lasciate la basilica alla vostra destra e iniziate a passeggiare e perdervi nelle caratteristiche stradine circostanti. Eccoci in quella che è stata la mia zona preferita fra tutto ciò che c’è da vedere a Bologna.

per le strade di Bologna

Qui infatti trovate antichi negozi che riescono a tener viva la tradizione e la memoria delle vecchie corporazioni che qui avevano sede, gastronomie e osterie curate e originali dove poter gustare i piatti e i sapori tipici di Bologna e dell’Emilia Romagna. I vicoli sono animati dai numerosi turisti e persone del posto accomodate fuori ai tavolini in legno e sugli sgabelli, dai banchi di frutta e verdura che colorano anche queste giornate grigie di fine ottobre.

quadrilatero Bologna

Le vie principali e più pittoresche dove l’antico mercato del Quadrilatero si snoda sono via Pescherie Vecchie e Drapperie e da qui tutte le viuzze intorno.

Dove mangiare a Bologna se non in questa zona? Qui avete davvero l’imbarazzo della scelta.

Due luoghi in particolare hanno destato la mia curiosità: Libreria Coop Ambasciatori (Eataly) e il Mercato di Mezzo. La prima, come suggerisce il nome, è una libreria dove però convivono anche un caffè e un’enoteca-birreria. La seconda, dove ho mangiato io, è uno spazio al chiuso con vari banchi che offrono i prodotti più diversi: dal pesce, agli hamburger, alla piadina, alla pizza, alle specialità napoletane e siciliane. Per chi è di Firenze e dintorni vi posso dire che si tratta della stessa cosa del Mercato Centrale di San Lorenzo, solo più piccolo.

dove mangiare a Bologna: Mercato di Mezzo

– Se siete alla ricerca di altri itinerari di un giorno in Toscana, ecco cosa vedere ad Arezzo in un giorno. –

Cosa vedere a Bologna: le torri

In antichità Bologna era famosa proprio per il numero di torri presenti in città: circa 100. Adesso ne sono rimaste 24 e le 2 più famose, che vi consiglio come successiva tappa nel vostro itinerario per vedere Bologna in un giorno, sono la Torre della Garisenda e la Torre degli Asinelli. Proprio su quest’ultima si può salire con €3 per ammirare Bologna dall’alto dei suoi quasi 100 metri.

Cosa vedere a Bologna: la casa di Lucio Dalla

Ho già menzionato ad inizio post come questa città sia stata raccontata dalle canzoni di Lucio Dalla e proprio qui in centro, per la precisione in Piazza de’ Celestini, si trova la sua storica casa che adesso lo ricorda con un emblematico murales che ritrae l’ombra del cantautore intenta a suonare.

casa Lucio Dalla Bologna

Da tempo si dice che la casa di Lucio Dalla sarà riconvertita in museo ma al momento rimane chiusa. Solo lo scorso anno (2015) nell’anniversario della sua morte è stata aperta per una 3 giorni di eventi.

Cosa vedere a Bologna: il Canale delle Moline

Un luogo che tenevo molto a vistare a Bologna era quell’angolo che ti faceva quasi sentire a Venezia e cioè il Canale delle Moline. Questo piccolo corso d’acqua lo si può scorgere da Via Oberdan e dalla deliziosa finestrella di Via Piella. Ecco, quanto mi sarebbe piaciuto fare una foto qui. Solo che evidentemente si deve capitare da queste parti dopo la stagione delle piogge 😀 Il canale infatti era del tutto asciutto. Anzi, c’erano anche dei turisti con guida che vi camminavamo dentro. Vi posto quindi una foto non mia che rende l’idea di quanto questo posto sia carino se visitato al momento giusto!

Canale delle Moline Bologna

(fonte: Paolo Margari – flickr)

Cosa non ho visto a Bologna

Se desiderate sapere cosa vedere a Bologna vi consiglio anche un paio di cose che purtroppo io non ho avuto l’opportunità di visitare.

La prima si tratta della Biblioteca Salaborsa. Adoro tutto ciò che ha a che fare con i libri, con la carta, con quegli odori e con quegli spazi ripieni di volumi da accarezzare con le mani e con lo sguardo. Non appena ho visto qualche foto di questa biblioteca non ho potuto non pensare ad inserirla nel mio itinerario su cosa vedere a Bologna in un giorno. Peccato che la domenica la biblioteca sia chiusa e io l’ho preso in tasca! Vabbè, una buona scusa per tornare di nuovo in città.

Si tratta di una biblioteca si, ma al suo interno sotto la pavimentazione trasparente si vedono gli antichi scavi archeologici che si possono visitare sia con guida sia in libertà. Le foto mi hanno affascinato e dato che si trova in zona centralissima (Piazza del Nettuno, sulla destra alla fine di Via dell’Indipendenza) credo che una breve sosta questa biblioteca la meriti.

L’altro mio piccolo rimorso è stato quello di non aver potuto inserire nell’itinerario di un giorno a Bologna il suo famoso museo di arte moderna, il Mambo.

Ancora per pochi giorni (fino al 13 Novembre 2016) al Mambo di Bologna è possibile visitare la retrospettiva dal titolo “David Bowie is” dedicata appunto alla straordinaria carriera dell’artista da poco scomparso.

Anche il Museo si trova in zona centrale in Via Don Giovanni Minzoni 14.

E voi avete visitato Bologna? Vi piace questa città? Ditemelo nei commenti!

28 thoughts on “Cosa vedere a Bologna in un giorno: itinerario

  1. Anche io Bologna l’ho riscoperta solo negli ultimi anni e grazie a delle amiche che ci studiavano e che mi portavano a zonzo! Ora quando posso, un salto lo faccio sempre volentieri. La mia prossima meta sarà la Basilica di San Luca: da lì c’è un bellissimo panorama e poi nello scendere, farò il portico più lungo!! 🙂

    1. Grazie del consiglio, la prossima volta ci passerò anche io da San Luca per il panorama. Quel giorno non avevo molto tempo purtroppo 🙂

  2. Devo ammettere che per un certo periodo mi sono permessa di “snobbare” Bologna, non mi prendeva, non le trovavo nessun particolare “unico”. Quanto ero scema!! Fortunatamente ho un’amica che lavora in centro ed un giorno, avendo pena della mia anima eretica, si è presa la bega di scarrozzarmi per il centro. E’ stata folgorazione, me ne sono innamorata al 107%. E poi, vogliamo parlare di come si mangia a Bologna? No perchè potrei ingrassare un paio di chili al solo pensiero.

    1. Ahahahh e brava la tua amica, ha fatto proprio bene! E non parliamo del mangiare, no no…meglio di no! Maledetta dieta!

  3. E’ stato bello e un po’ strano leggere di Bologna attraverso gli occhi di chi non ci abita. La Sala Borsa in effetti merita una visita ma di domenica è chiusa, invece la mostra di David Bowie manca anche a me, anche se dei miei amici ci sono stati e mi hanno detto che a loro è piaciuta!

    1. La prossima volta che capito in città allora devo contattarti. Risuciresti di sicuro a farmi scoprire qualche chicca che noi forestieri non conosciamo 🙂

  4. Vivo a Bologna da 4 anni e sottoscrivo i tuoi consigli uno per uno. In alcuni periodi la Sala borsa fa aperture domenicali, peccato che tu non sia capitata nel giorno giusto. Per una prossima visita consiglio San Luca, con il portico più lungo del mondo, i Giardini Margherita e il cimitero monumentale della Certosa

    1. Grazie dei consigli! Sabn Luca c’avevo pensato ma non avevo abbastanza tempo. Le altre due tappe che consigli le conosco solo per nome, provvederò a rimediare!

  5. Ci sono stata solo per una mezza giornata e mi sono persa diverse cose che hai citato come il canale delle moline ed il pranzo al mercato di mezzo. Forse avevo sbagliato vie nelle quali girare perché avevo trovato i negozi tutti chiusi.

  6. Questo post capita proprio al momento giusto! Domani mi laureo e la prossima settimana ho intenzione di fare una piccola vacanza con il mio ragazzo alla scoperta di alcune città emiliane tra cui Bologna! Grazie per aver condiviso la tua esperienza e per averci dato qualche suggerimento su cosa visitare e dove mangiare. Presto leggerai del nostro viaggetto sul mio blog! 😉

  7. Ho anche io “riscoperto” Bologna recentemente, a giugno, ma solo per 3/4 ore…troppo poche per riscoprirla davvero! Per esempio non sono stata al Quadrilatero né sono salita sulla torre, però ho fatto un giro alla Salaborsa, sono salita sul Campanile della Cattedrale di San pietro (se ci torni sali, la vista è meravigliosa) e ho fatto la fotografia al canale dalla finestrella. Insomma, ho fatto le cose che non hai fatto tu e viceversa 😀 Mi piacerebbe tanto tornarci e dedicargli magari 2 giorni pieni per vederla tutta con calma…e per mangiare senza sosta!!! 🙂

    1. Si, ci sono anche tante altre cose da vedere se si rimane un paio di giorni. Anche di sera dev’essere carina e piena di cose da fare visto i tanti giovani presenti in città. E poi certo, mangiare senza sosta! 😀

  8. Bell’articolo…sembra la solita frase fatta ma abbiamo delle città bellissime in Italia che spesso non conosciamo bene. Spunti davvero interessanti!!! C’ero stata quando ero ragazzina ma dovrò tornarci!!!

  9. Anche io sono piuttosto vicina a Bologna ma devo ammettere che non la conosco moltissimo. Però mi trovo d’accordo con quello che scrivi e penso che, davvero, dovremmo frequentarla di più. Per esempio, visto che ci stiamo avvicinando, è bellissima nel periodo natalizio, tutta addobbata e comoda anche in caso di brutto tempo grazie aii loggiati. 😉

    1. Infatti, è facile da raggiungere anche grazie alla sua stazione centrale. Dovremmo approfittarne di più 🙂

    1. Certo, mancano diverse cose…questo è quello che sono riuscita a fare io in un giorno passeggiando con calma 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *