Sulle colline di Firenze: la Fattoria di Maiano

Quando hai bisogno di staccare la spina anche solo un pomeriggio non puoi non ringraziare il fatto di abitare in Toscana. Complice una giornata invernale di sole, in mezz’ora d’auto da casa mi ritrovo a due passi dal centro di Firenze sulle meravigliose verdi colline di Fiesole, che ormai da New York a Timbuctù sono simbolo di “Toscana”. È proprio così che gli stranieri si immaginano questa regione, no!? 

Precisamente nel paesino di Maiano si trova un’antica fattoria le cui origini risalgono al 1400.

Dalla fattoria, sullo sfondo della campagna toscana, possiamo subito ammirare la storica Villa di Maiano, set di diversi film famosi come “Un tè con Mussolini” di Franco Zeffirelli e “Camera con vista” di James Ivory.

villa di Maiano

Il progetto vero e proprio della Fattoria di Maiano è stato realizzato grazie all’inventiva e all’impegno di un ricco londinese, Sir John Temple Leader, che nel 1844 acquistò terreni, le cave, il borgo di Maiano con la sua villa e vari insediamenti sparsi nei dintorni. Il nostro caro John dette vita ad un’imponente opera di imboschimento, ingrandì il borgo, ristrutturò ville, costruì il Parco Romantico della Regina e il Laghetto e trasformò i percorsi circostanti in sentieri botanici. Pensate che il Laghetto fu inaugurato dalla Regina Vittoria d’Inghilterra il 12 Aprile 1893; qui sotto la vedete dipinta in un quadro dell’epoca che la ritrae intenta a disegnare il paesaggio.

regina Vittoria fattoria di Maiano

Alla morte di Temple Leader, nel 1903, la proprietà passò al chirurgo fiorentino Stori che continuò l’opera del fondatore. Da allora l’azienda è cresciuta in famiglia fino a specializzarsi in olivicoltura di qualità e coltivazioni biologiche.

Cosa offre oggi la Fattoria di Maiano? Oltre al soggiorno nella tenuta e al cibo biologico e a km 0 del suo ristorante, nel suo complesso possiamo divertirci con tutta una serie di attività all’aria aperta.

Principalmente, ed è quello che ho fatto io, si cammina per il bosco attraversando il Parco Romantico della Regina e lungo il percorso del 1° anello del Giardino Botanico. Seguendo itinerari segnalati, potete scoprire, grazie a tutte le etichette del caso, le numerose e variegate piante che qui crescono.

sentieri Maiano

Punti panoramici, panchine per una sosta, gradini ripidi e poi giù di nuovo fino a valle dove il torrente Mensola fa da padrone. Qui potete ammirare il torrente che forma una piccola cascatella e che crea il suggestivo Laghetto delle Colonne, punto focale di tutta la visita. Il laghetto è stato creato facendo confluire il torrente nella Cava delle Colonne, così chiamata perché le sue pietre erano servite per la costruzione delle colonne della Cappella dei Principi di San Lorenzo a Firenze.

Fattoria di Maiano - toscana

laghetto delle colonne Maiano

cave di Maiano

Oltre alle bellezze naturali, visto che ci troviamo in una fattoria, non possono mancare gli animali. Per il piacere di piccini e non solo, si possono vedere asini, cavalli, mucche, capre, cinghiali, oche e non solo crescere in un ambiente curato e attento alle loro esigenze.

fattoria di maiano

L’entrata per questo percorso – aperto tutti i giorni dalle 9:30 alle 19:00 – costa €7.

La Fattoria offre anche altre attività come tour notturni, tour in jeep del bosco circostante e visita con guida e degustazione al frantoio.

Ho visitato la Fattoria di Maiano in una bella giornata invernale, ma sicuramente non mancherà l’occasione per tornare in primavera o in estate per godere del pranzo sulla terrazza panoramica o per un bel tuffo in piscina.

Un’oasi a due passi dal caos, per respirare un po’ d’aria buona sulle colline della Toscana. Quando nel weekend siete alla ricerca di cosa fare a Firenze…il borgo di Maiano e la sua fattoria potrebbero essere un’ottima risposta!

 

 

12 thoughts on “Sulle colline di Firenze: la Fattoria di Maiano

  1. E’ vero, è proprio una fortuna abitare in Toscana, ci sono posti meravigliosi! Anche in Emilia non ci trattiamo male, ma quella è sicuramente una delle mie regioni preferite! 🙂

  2. Un posto da sogno. Anche a me piaciono questi luoghi per staccare la spina. Mi sono ripromesso che quando i bimbi saranno un pochino più grandi li voglio portare in un posto simile anche per vedere gli animali.
    Bellissime le foto delle cave 🙂

  3. Addirittura la Regina Elisabetta alla Fattoria di Maiano? Wow! 🙂 Ho sentito parlare diverse volte di questo posto ma non ho mai avuto l’occasione di andarci..mi sa che me lo metto nella lista dei “posti da vedere in Toscana”! Che è infinita!!

    1. Perfetto, si…potrebbe essere un’idea anche se vieni due giorni a Firenze e una mezza giornata vuoi passarla in maniera diversa 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *