Tre giorni a Roma: cosa vedere

Cosa vedere in tre giorni a Roma? Tantissime cose. Ero stata solo una volta e solo per un giorno a Roma, ma in questo week-end lungo mi sono veramente stupita della quantità di cose da vedere a Roma e di come sia facile da girare. Roma mi ha colpito tantissimo, puoi anche non avere ben in mente quello che vuoi vedere, ma basta camminare che qualcosa lo trovi. Meraviglie ad ogni angolo, profumo di storia ovunque si cammini.

Questo è l’itinerario che ho seguito io per tre giorni a Roma.

1° giorno

Soggiornando vicino a Via Veneto il nostro giro non poteva che partire da qui con una bella passeggiata. Per gli appassionati della catena, qui trovate il famoso Hard Rock Cafè. In circa 10 minuti da qui si raggiunge Piazza di Spagna e la famosa scalinata di Trinità dei Monti, davanti alla quale si può ammirare la Fontana della Barcaccia del Bernini da poco restaurata.

Piazza di Spagna

Dalla piazza, turisti e romani, si riversano in Via Condotti, una delle più importanti strade romane per lo shopping. Camminando incrocerete un’altra importante via, Via del Corso dalla quale, cartina alla mano e occhio alle indicazioni stradali, si possono raggiungere facilmente la Fontana di Trevi (ahimè attualmente chiusa per lavori), Piazza Colonna, che deve il suo nome all’imponente Colonna di Marco Aurelio che si erge al suo centro, e Montecitorio, palazzo sede del Parlamento.

Montecitorio

Poco più avanti, sempre sul lato destro di Via del Corso, seguendo le indicazioni, in 5 minuti si raggiunge il bellissimo Pantheon, costruito come tempio dedicato a tutti gli Dei e convertito poi in basilica cristiana, famoso per l’oculo aperto nel soffitto e per custodire le tombe di Raffaello Sanzio, del re Umberto I di Savoia e di Vittorio Emanuele II di Savoia. Da non perdere, tra tutte le cose da vedere a Roma.

Pantheon

Pantheon

Da qui velocemente si trova anche Piazza Navona. Sempre camminando lungo Via del Corso, in lontananza potrete scorgere il Monumento a Vittorio Emanuele II (Vittoriano o Altare della Patria) in Piazza Venezia, con lo storico palazzo da cui Mussolini teneva i suoi discorsi.

Monumento a Vittorio Emanuele II

Monumento a Vittorio Emanuele II

Adesso arriviamo alla mia zona preferita: il Foro Traiano, la Via dei Fori Imperiali, lungo la quale potete appunto vedere i resti dell’antica Roma, e infine il Colosseo. Il biglietto per visitare il Colosseo costa €12,00, ridotto €7,50 per i cittadini della Unione Europea tra i 18 e i 24 anni e gratuito per i minorenni. Finita la visita mi raccomando non buttate via il biglietto! Lo stesso infatti vale 24 ore per la visita anche ai Fori Imperiali e al Palatino.

Foro Traiano

Foro Traiano

Fori Imperiali

Fori Imperiali

Nelle vie del centro comunque se avete un po’ di tempo, vi consiglio anche di farvi guidare dall’istinto. Senza volere ho scoperto due chiese meravigliose da vedere a Roma: la chiesa di Sant’Ignazio di Loyola e la chiesa San Luigi dei Francesi.

Questa bel giro per Roma ce lo siamo fatti tutto a piedi, ma se non ne avete voglia o non avete tanto tempo c’è sempre l’autobus o la metropolitana. La linea A ferma a Piazza di Spagna e la linea B al Colosseo. Altro modo per muoversi è l’auto messa a disposizione da Car2Go, servizio di car sharing.

Cartina Metropolitana Roma

Cartina Metropolitana Roma

2° giorno

Il secondo giorno, dei nostri tre giorni a Roma, ci siamo dedicati a quei luoghi leggermente più lontani dal centro per cui non ci era possibile farli tutti a piedi, e che abbiamo raggiunto direttamente con la metropolitana.

Prima di tutto Piazza del Popolo, raggiungibile con la Linea A della metropolitana alla fermata Flaminio. La piazza, ai piedi del famoso Pincio, è costituita dalla Porta del Popolo, dall’Obelisco Flaminio al suo centro, dalla fontana del Nettuno, dalle chiese gemelle di Santa Maria in Montesanto  e Santa Maria dei Miracoli e dalla basilica di Santa Maria del Popolo, a lato della porta, che ospita famosi quadri di Caravaggio come la Conversione di san Paolo e Crocifissione di san Pietro. Se avete voglia di una passeggiata fra negozi, dalla piazza si snodano tre vie importanti che sono: Via del Babuino, Via del Corso e Via di Ripetta.

Fontana di Nettuno

Fontana di Nettuno

Di nuovo ci siamo spostati con la metropolitana, raggiungendo la fermata del Circo Massimo con la Linea B. Qui appunto raggiungete il famoso Circo Massimo per una passeggiata e il vicino Palatino, uno dei sette colli di Roma e parte più antica della città, che potete visitare con lo stesso biglietto che avete fatto per il Colosseo o facendolo direttamente lì sempre allo stesso prezzo.

Dall’altra parte della fermata Circo Massimo ci sono le bellissime Terme di Caracalla, che mi hanno veramente affascinato tantissimo, basta vedere i disegni lungo il percorso che riproducono le terme come dovevano essere ai tempi del loro maggiore splendore. Enormi, un luogo per la cura dal corpo, con piscine e saune, ma anche per lo studio e il passeggio. Assolutamente tra le cose da vedere a Roma, il biglietto costa €6 intero, €3 ridotto e gratis per i minorenni.

Terme di Caracalla

Terme di Caracalla

Saliamo di nuovo sulla metro, cambiamo con la linea A, e scendiamo a San Giovanni. La stazione scende nei pressi della Porta San Giovanni e della meravigliosa basilica di San Giovanni in Laterano, uno di quelle bellezze di Roma che mi hanno colpito .

Per concludere il pomeriggio e passare la serata ci siamo fatti portare in taxi, perché non ci sono fermate della metro vicine, nella deliziosa Trastevere. Sembra quasi una paesino a sé, fuori dal caos del centro, viuzze, mercatini, piazzette e un’infinità di bar e ristoranti. Da non perdere Piazza Santa Maria in Trastevere, la sua chiesa e Piazza Trilussa, con la sua bellissima fontana e il monumento commemorativo del poeta dal quale la piazza prende il nome.

3° giorno

Il terzo e ultimo giorno lo abbiamo dedicato principalmente al Vaticano (Linea A fermata Ottaviano). Avevamo prenotato i biglietti per i Musei Vaticani e la Cappella Sistina, prezzo del biglietto online €20. Come perdersi queste meraviglie quando si hanno a disposizione tre giorni a Roma?Anche se non si è grandi appassionati di arte penso che almeno una volta nella vita debbano essere visti. Attenzione a non perdervi niente, ci sono tantissime sale ed è facile perdersene qualcuna nel caos della gente e dei numerosi percorsi che dentro si diramano. Dal museo etrusco, al museo egizio, alle favolose stanze di Raffaello, che personalmente mi hanno colpito di più della Cappella Sistina.

Galleria degli Arazzi

Galleria degli Arazzi

Stanze di Raffaello

Stanze di Raffaello

La giornata è proseguita in Piazza San Pietro, purtroppo la fila ci ha scoraggiato dal visitare la basilica e ci siamo accontentati di una passeggiata sotto il colonnato.

Da qui si può raggiungere comodamente a piedi Castel Sant’Angelo; il castello è chiuso il lunedì, ed è visitabile al prezzo di €10,50 o con il ridotto a €7. La prima domenica del mese l’ingresso è gratuito per tutti.

Castel Sant'Angelo

Castel Sant’Angelo

Più avanti, lungo il Tevere, si può ammirare anche il bellissimo Palazzo della Corte di Cassazione.

E voi siete stati a Roma? Quali sono i vostri luoghi preferiti?

2 thoughts on “Tre giorni a Roma: cosa vedere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *